Magento X.Commerce

Magento, X.commerce e il futuro del commercio online

A partire da domani Magento, con la collaborazione di PayPal, eBay, Adobe e altri grossi partner sponsorizza la innovate developer conference nella quale scopriremo una nuova piattaforma: X.commerce.

Se non riuscite a fare a meno di aspettare, potete seguire il countdown dal sito ufficiale qui;
tratterà un tema importante e controverso: il futuro del commercio online.

Prima di tutto, cos’è X.commerce? X.commerce nasce come una piattaforma commerciale che punta a sfruttare le tecnologie offerte da PayPal, Magento ed eBay per ottimizzare il mercato delle vendite online. Ora possiamo già immaginare i caratteri fondamentali di X.commerce, sappiamo che vuole far coesistere il sistema di pagamento online più diffuso, la piattaforma per il commercio che sta soppiantando il mercato ed è in rapida crescita e il più grande marketplace al mondo, cosa c’è da dire ancora?

Qualcosa di sicuro c’è, come ci dimostra il general manager di X.commerce Matthew Mengerik nell’intervista rilasciata a pratical ecommerce dove spiega che il mondo è in continua evoluzione, grazie (o per colpa) dell’avvento degli smartphones e della possibilità di comparare gli articoli che si visionano nei negozi “fisici” con quelli online; oppure alla possibilità di richiedere opinioni o feedback per qualsiasi articolo.
Queste possibilità vanno sfruttate ed ottimizzate per fornire un servizio migliore e completo ai clienti.

Cosa c’entra quindi magento in tutto questo?
È presto detto! È una piattaforma stabile e funzionale, in continua evoluzione grazie al supporto della comunità, di conseguenza è possibile utilizzarla per creare questo ecosistema (parola di Matthew Mengerik) in grado di rivoluzionare il futuro del commercio online.

Secondo me questo porterà anche un interesse maggiore verso magento, interesse che sarà sinonimo di maggior attenzione nello sviluppo di applicativi per le aziende e i commercianti, migliorando ulteriormente i servizi e le possibilità.
Voi cosa ne pensate?

Per maggiori informazioni sul programma e sui prezzi, o per partecipare andate qui;
Per quanto riguarda le novità di cui si discuterà seguiteci, ne parleremo nel prossimo articolo.